Tekirdag Raki

Informazioni sulla storia e sul marchio Tekirdag Raki.

La storia del raki dalla regione di Tekirdag iniziò nel 1880. La produzione privata di raki fu consentita per la prima volta nell'Impero ottomano, e l'allora ministro delle finanze Sancazada Ragip Pasa aprì una fabbrica di raki sulla strada da Tekirdag a Istanbul. Il nome del primo marchio Raki ufficialmente registrato era Umurca Raki.

Logo Tekirdag Raki

Da quale area proviene Tekirdag Raki?

Carta Tekirdag

© Openstreetmap.org

Tekirdag è una città portuale sul Mar di Marmara, a circa 140 km a ovest di Istanbul. Situata nella parte europea della Turchia, più precisamente nella provincia della Tracia, l'area intorno a Tekirdag è sempre stata molto nota per la coltivazione del vino.

E poiché l'uva è anche la materia prima per il raki, il nome del villaggio di Tekirdag è stato associato presto alla produzione di raki. Nel corso del tempo, vari marchi Raki della zona, noti a quel tempo, arrivarono sul mercato a Tekirdag e nei dintorni, ad esempio da Mürefte.

Raki dalla zona di Tekirdag, quindi Tekirdag Raki.

Tekirdag Raki ai tempi del monopolio statale sull'alcol

Nel 1942 fu approvata una legge che poneva la produzione di alcolici sotto il monopolio statale. Nei molti secoli precedenti, c'era una cultura raki diffusa nella società, che era espressa in molti produttori e marchi, ma anche in bicchieri speciali, caraffe e altri utensili da tavola che erano la prova di una sofisticata cultura rak.

Questa legge ha gradualmente rimosso dal mercato tutti i marchi di raki precedentemente noti e la varietà raki del primo periodo repubblicano è terminata.

soggiorno storico

soggiorno storico

L'istituzione statale, che da allora controllava la produzione, la distribuzione e la vendita di alcolici, si chiamava Tekel. Dal 12 luglio 1944, tutti gli stabilimenti e le fabbriche private dovevano finalmente cessare le attività.

Nel 1944 il primo raki fu presentato dal nuovo monopolio di stato Tekel, responsabile di questo sviluppo. Il nome era Yeni Raki - New Raki.

Tutto era Yeni Raki - solo quello di Tekirdag era migliore

torchio storico

Torchio storico

Tekel ha costruito impianti di produzione di raki e altre bevande alcoliche nelle tre maggiori città in Turchia, Istanbul, Ankara e Izmir. Altri luoghi erano anche Canakkale, Bilecik, Diyarbakir, Gaziantep e Tekirdag.

Oltre al raki, qui venivano prodotti anche vino, birra, cognac, gin, vodka e persino whisky. La centralizzazione della produzione ha assicurato, tra l'altro, che ora c'erano standard uniformi che potevano essere continuamente sviluppati. C'erano abbastanza soldi per fare ricerca e sviluppo, non solo nella produzione di raki, ma anche per la coltivazione dei prodotti base di uva e anice.

La produzione di Tekirdag Raki nello stabilimento di produzione costruito da Tekel. La fabbrica a quel tempo si fece rapidamente un nome, perché sebbene tutte le fabbriche in tutto il paese fossero fornite con la stessa uva, uvetta e lo stesso anice dall'azienda monopolistica, il raki di Tekirdag aveva semplicemente un sapore migliore.

Il segreto: la sorgente artesiana

A quel tempo, questo particolare gusto era attribuito all'acqua usata lì, tutti gli altri ingredienti erano gli stessi. L'acqua proviene da un pozzo artesiano nel distretto di Corlu, ovvero un pozzo in cui l'acqua fuoriesce naturalmente e non deve essere pompata.

La gente preferiva il raki fatto in Tekirdag e cercava di distinguerlo dai prodotti fabbricati da Tekel, ovviamente, in tutto il paese. Ciò ha portato a voci secondo cui la posizione della produzione potrebbe essere riconosciuta dalle informazioni nascoste sulle bottiglie. "Tekirdag Raki“È diventato semplicemente sinonimo di raki di alta qualità.

vecchia bottiglia di yeni raki

Oggi Tekirdag Raki deve il suo nome e l'alta qualità associata a questo periodo. Ad esempio, delegazioni straniere sono venute alla fabbrica per acquistare il Tekirdag Raki fatto lì e per riportarli nei loro paesi d'origine, così che il Raki lì è diventato noto anche oltre i confini della Turchia.

L'anno 2000 - Nasce il marchio “Tekirdag Raki”

Questa preferenza del consumatore non è stata nascosta dai dirigenti di Tekel, e quindi hanno generato il proprio marchio nel 2000 "Tekirdag Raki“, Che è stato l'ultimo marchio ufficiale della compagnia statale ad arrivare sul mercato. È stato il primo raki ottenuto solo da uve di una regione. Ad essa sono ancora oggi associati i metodi di produzione di alta qualità della manifattura e le materie prime utilizzate, uva, anice e acqua.

Tekirdag Raki Classic

Tekirdag Raki Classic

Tekirdag Raki Trakya

Tekirdag Raki Trakya

Tekirdag Raki Gold

Tekirdag Raki Gold

Nel 2004 Tekel, e con esso Tekirdag Raki, fu privatizzato e acquistato dalla società Mey. Nel 2011, il leader del mercato degli alcolici britannici Diageo ha rilevato la società Mey, al cui gruppo appartiene ancora oggi.

Tekirdag Raki - Miti e storie

Tekirdag Raki n. 10

Ci sono molti miti e storie sulla fabbrica di rakima a Terkirdag. Uno dei più famosi è sicuramente quello attorno al mitico bollitore in rame con il numero 10. Questo bollitore in rame, prodotto artigianalmente in Francia, produceva il miglior raki della distilleria secondo i maestri raki dell'epoca. Ciò è dimostrato da numerosi premi internazionali per i prodotti realizzati con questa caldaia. Quindi dovette essere seppellito a grandi spese quando la distilleria si trasferì in un nuovo edificio di produzione appena fuori Terkirdag.

Ancora oggi, la bottiglia con il suo corpo racchiuso in un cestino di rame testimonia questo bollitore quasi leggendario. The Tekirdag Raki No. 10 ha una gradazione alcolica relativamente elevata del 47.5%, rispetto ad altri Rakis, ed è fatto con puro alcol d'uva in distillazione tripla solo in questo bollitore di rame.

Ecco perché l'eccellente raki viene prodotto a Tekirdag

Un altro mito sulla qualità di Tekirdag Raki racconta di un manager scontroso e spesso arrabbiato. Fu nominato capo dell'impianto di produzione di Raki a Terkirdag, sebbene non si dicesse che avesse molta conoscenza del raki. Tutti i dipendenti e il personale erano quindi in grande agitazione a causa della reputazione che ha preceduto questo manager.

distilleria

Quando ha visitato la fabbrica per la prima volta, ha iniziato il tour. Quando un dipendente ha chiesto se gli piaceva quello che ha visto, il manager si è arrabbiato e ha chiesto cosa gli sarebbe piaciuto di questa fabbrica. Il dipendente si ritirò vergognandosi senza rispondere, il che fece arrabbiare il manager, e poi iniziò a calciare se stesso, lanciando oggetti vicino a lui sul pavimento e distruggendo parti della struttura produttiva.

Il personale si è seduto il giorno seguente per discutere dei problemi. Cosa era andato storto con te che il supervisore poteva reagire? Hai elaborato miglioramenti adeguati e in breve tempo sei riuscito a ricostruire la produzione con doppia efficienza.

Quindi la prossima visita del manager scontroso era dovuta. Questo a sua volta ha visitato gli impianti di produzione. Quando raggiunse l'area di imballaggio, prese una bottiglia di raki da una scatola, l'aprì e annusò il coperchio. Fece una smorfia di disgusto e iniziò a versare il raki sul pavimento. Tutti gli astanti erano scioccati. "Cosa non ti è piaciuto di questo raki?", Hai chiesto. Gridò e rispose: "A chi dovrebbe piacere questo raki? E ora riposa! "

Il maestro Raki si è quindi seduto con i suoi colleghi e hanno cercato di scoprire cosa non andava nel raki. Ci hanno provato e provato. Per mesi.

Dopo aver finito, hanno invitato di nuovo il direttore a mostrare loro quali progressi avevano fatto. Quando tornarono nell'area del packaging, offrirono al manager una bottiglia da provare. Aprì di nuovo la bottiglia, puzzava e ovviamente fu osservato con molta diffidenza.

Prese un bicchiere, lo provò e dopo una leggera esitazione iniziò di nuovo a urlare e chiese "Cosa c'è di buono in questo raki?" E cominciò a girare la bottiglia per versarla di nuovo sul pavimento. In quel momento il maestro Raki non riuscì a resistere.

distillery2

Saltò fuori dalla folla e prese la bottiglia nella mano del direttore, dicendo: "Non lascerò che rovescino il nostro capolavoro! Cosa c'è di buono in questo raki? Non lo assaggi o non hai idea di Raki? "

La folla si è bloccata mentre tutti si aspettavano un'esplosione esplosiva dal manager, ovviamente. Ma è successo il contrario, il manager è rimasto calmo. “No,” disse, “in realtà non capisco niente di Raki. Ma so qualcosa sulle persone. Finora ho appena fatto male il tuo raki. Ma nessuno di loro aveva qualcosa di sbagliato in questo. A nessuno di voi è piaciuto così tanto il proprio prodotto che lo avete difeso dai miei rimproveri. Ma oggi hanno preso in mano la bottiglia per la prima volta per proteggerla come se fosse il loro figlio. Adesso sono soddisfatto anche della qualità ”.

Speriamo di essere stati in grado di portarti un po 'più vicino alla storia di Tekirdag Raki. Oggi il marchio Terkirdag appartiene al gruppo Diageo ed è commercializzato insieme a Yeni Raki. Qui puoi trovare informazioni aggiornate su Terkirdag Rakis. Allo stesso tempo, siamo lieti di potervi offrire i prodotti di questa azienda tradizionale.